Le pagine della cultura

 


 

Andria, Laura di Santa Croce (sec. XIII - XIV)

La creazione di Eva affresco del sec. XIV

di Pina Catino ©

La creazione di Eva

 

Tratto da la Mostra Fotografica di Pina Catino “Svegliamo la voglia di Leggere” Sezione “Lettura del Simbolo”, itinerante (1993)

La splendida Laura di Santa Croce, nella zona dei Lagnoni, posta sulla strada che la collega alle antiche chiese rupestri di Santa Sofia (Madonna dell’Altomare), Santa Margherita (Madonna dei Miracoli) e la vicinissima Cristo di Misericordia, ha una forma “basilicale”, e contiene tre piccole

navate, scavate nel masso tufaceo, sorrette da quattro pilastri. Sull’arco, tra navata centrale e navata destra, possiamo ammirare i resti dell’affresco rappresentante la creazione di Eva dalla costola di Adamo da parte di Dio.

Sul trono, il cui schienale termina a triangolo, simbolo della Trinità, siede Dio Uno, la cui natura è rappresentata dall’unico corpo, e Trino, le cui persone sono rappresentate dalle tre figure: anziana il Padre, giovane il Figlio, e la colomba lo Spirito Santo.

Dio Padre è avvolto nel piviale, simbolo della splendente luce divina.

Il mantello è bordato di croci in filo d’oro e il suo interno è dipinto in colore rosso porpora, a simboleggiare sia la natura umana del Figlio che la sua passione e morte sulla croce.

Dio regge con la mano sinistra l’orbiculus o Keramios, simbolo dell’intero cosmo da Lui creato. Con la mano destra, invece, Dio dona la vita ad Eva.

Andria, Laura di Santa Croce, chiesa rupestre

Particolare

Particolare della Trinità

Affreschi

La Crocifissione, affresco

Pubblicazione on-line del Portale del Sud, luglio 2011. Testo ed immagini appartengono alla autrice. È severamente vietata la riproduzione, anche parziale, del contenuto della presente pagina web.

Centro Culturale e di Studi Storici "Brigantino - il Portale del Sud" - Napoli e Palermo ilportaledelsud@fastwebnet.it ®copyright 2011: tutti i diritti riservati. Webmaster: Brigantino.

Sito derattizzato e debossizzato